Limpida come acqua di sorgente e piena d’amore

Print Friendly, PDF & Email

La Verità. Cos’è la Verità?

Spesso ripenso alle parole di Ponzio Pilato a Gesù durante le ore della Passione di Nostro Signore (Gv18,38).

Chiese Pilato: «Dunque tu sei re?», Gesù rispose: «Tu lo dici: io sono re. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per dare testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce» (Gv 18,37).

Gesù non risponde alla domanda di Pilato su cosa sia la verità, quindi dobbiamo rimanere attenti alle parole di Gesù quando dice di ascoltare la Sua voce.

E dov’è la voce di Gesù?

Certamente la Sua voce è nella Parola, nella Chiesa. nei Sacramenti, nella Creazione stessa e nel prossimo che incontriamo.

Però non è così semplice come quando lo scriviamo.

Quanto è demandato alla singola persona? E come ascoltare la Chiesa?

La Parola un tempo doveva essere ascoltata attraverso gli uomini della Chiesa, ma oggi, con le divisioni in atto persino nella Chiesa, come si può ascoltare senza cadere in tranelli?

Nella Chiesa, senza toccare i temi etici e sociali che già sono uno scoglio difficile da superare, ci sono sacerdoti che mettono in dubbio molte cose delle Sacre Scritture, facendoci passare un po’ tutti come degli sprovveduti che si bevono quanto ci è stato detto in duemila anni di storia.

Ci vuole discernimento e partire prima da noi stessi con la preghiera e la sincera volontà di fare chiarezza e di volere incontrare la Verità, così come Gesù ha detto:

DAL VANGELO SECONDO MATTEO (Mt 7, 7-12)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto. Chi di voi, al figlio che gli chiede un pane, darà una pietra? E se gli chiede un pesce, gli darà una serpe? Se voi, dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro che è nei cieli darà cose buone a quelli che gliele chiedono!

Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge e i Profeti». Parola del Signore.

Il resto lo farà poi Lui.

 

Messaggio del 2 marzo 2018 – (Mirjana)

Cari figli, grandi cose ha fatto in me il Padre Celeste, come le fa in tutti quelli che lo amano teneramente e fedelmente e devotamente lo servono. Figli miei, il Padre Celeste vi ama e per il suo amore io sono qui con voi. Vi parlo: perché non volete vedere i segni? Con lui è tutto più semplice: anche il dolore, vissuto con lui, è più lieve, perché c’è la fede. La fede aiuta nel dolore, mentre il dolore senza fede porta alla disperazione. Il dolore vissuto ed offerto a Dio, eleva. Mio Figlio non ha forse redento il mondo per mezzo del suo doloroso sacrificio? Io, come sua Madre, nel dolore e nella sofferenza sono stata con lui, come sono con tutti voi. Figli miei, sono con voi nella vita: nel dolore e nella sofferenza, nella gioia e nell’amore. Perciò abbiate speranza: la speranza fa sì che si comprenda che qui sta la vita. Figli miei, io vi parlo; la mia voce parla alla vostra anima, il mio Cuore parla al vostro cuore. Apostoli del mio amore, oh quanto vi ama il mio Cuore materno! Quante cose desidero insegnarvi! Quanto il mio Cuore desidera che siate completi, ma potrete esserlo soltanto quando in voi saranno uniti l’anima, il corpo e l’amore. Come miei figli vi chiedo: pregate molto per la Chiesa e per i suoi ministri, i vostri pastori, affinché la Chiesa sia come mio Figlio la desidera: limpida come acqua di sorgente e piena d’amore. Vi ringrazio

 

Remo Rosati

8 Aprile 2021

 

L’autore Remo Rosati si riserva ogni diritto sui brani contenuti sul sito e da lui firmati

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]